VALUTAZIONE POSTURALE

0
173

La postura ideale è uno stato di equilibrio del corpo che si oppone alla forza di gravità ottenuto col minor dispendio energetico e con la maggior armonia tra le sue parti.

Rappresentazione schematica di come dovrebbe, idealmente, essere l’assetto posturale visto di profilo(sagittalmente).
la postura è delineata da una retta che passa dall’apice del cranio, attraversa in successione:l’apofisi odontoide di C2 (vertebra cervicale),il corpo di L3 (vertebra lombare, proiettandosi al suolo al centro di un quadrilatero disegnato dai due piedi, sul suolo, simmetricamente.
Lo sguardo del paziente deve essere parallelo al terreno, mani che scendono sui fianchi bocca in occlusione abituale.
Se posteriormente il paziente su una parete, la distanza massima tra la curvatura cervicale e la parete dovrà essere di 6-8 cm mentre quella tra la curvatura lombare e la parete di 4-6 cm.

Esame posturale di profilo (sagittale)fatto in studio su paziente col filo a piombo

l’intera postura del nostro corpo può essere condizionata dalla posizione della mandibola e viceversa: una mandibola in avanti come nelle terze classi ortodontiche sposta l’intero corpo in avanti, mentre una mandibola in posizione arretrata fa arretrare il corpo.

Esame sul piano frontale ci permette di valutare le asimmetrie dalla postura del rachide alla spalla più bassa o il bacino più alto: tutti i dati vengono raccolti ed hanno un importante valore anamnestico.

Verticale di barrè : è un indagine che ci consente di capire la provenienza prevalente dei problemi posturali se ascendenti o discendenti:
I problemi sono ascendenti se partono dal basso es: piedi, ginocchia, bacino zona lombare.Si dicono discendenti se partono dall’alto es: cranio, occhi, occlusione;inoltre possono e frequentemente sono misti.

una lesione osteopatica delle ossa del cranio può ad esempio modificare i rapporti occlusali provocando un cross-byte (cross od inversione della chiusura dei denti del mascellare superiore, che invece di chiudere più all’esterno rispetto agli inferiori si trovano a chiudere all’interno).
Nell’immagine un cross-byte monolaterale, ma può essere anche bilaterale.

Un cross byte a sinistra ad esempio può portare ad una serie di problemi discendenti: la mandibola ruota indietro e comprime l’ATM a sx , la spalla destra si solleva e va in avanti, il bacino che è l'”ombra” della mandibola anch’esso si solleva e ruota indietro a sinistra mentre va in avanti ed in basso a destra, e l’appoggio plantare viene modificato.

Esiste una stretta correlazione quindi tra bocca, mandibola, bacino e piedi ;ogni modifica su uno di questi settori si riflette anche sugli altri.
Nello specifico vi è una stretta correlazione tra i canini ed il quinto dito del piede in relazione al movimento di lateralità; allo stesso modo gli incisivi sono interdipendenti dalle altre quattro dita del piede nei movimenti avanti-indietro ( protrusiva- retrusiva) ed i molari sono corrispondenti ai talloni esterni sia sulla lateralità che sugli spostamenti dall’alto in basso(sul piano sagittale).
Inoltre vi è stretta correlazione tra le problematiche delle Articolazioni Temporo Mandibolare e quelle del bacino.

Osserviamo una curiosa indagine stabilometrica: durante il semplice atto masticatorio ,masticare a destra fa spostare i carichi corporei sui piedi verso destra , così accade se la masticazione prevalente è a sinistra, i carichi cioè si spostano a sinistra.
In conclusione il nostro sistema postura è dinamico e complesso ed ogni parte del corpo interagisce con le altre (OLISMO)

l’immagine precedente è una elaborazione della pedana stabilometrica (vedi pedana stabilometrica

la visita si completa ove necessario con la valutazione podalica

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here