Preservare la cresta per ridurre la necessità di rialzo del seno mascellare

0
17

In questo studio, Rasperini e colleghi (2010) hanno esaminato gli effetti del trattamento rigenerativo in alveoli estrattivi tenendo in considerazione i seguenti parametri: alterazioni dimensionali, necessità di rialzo del seno, guarigione della ferita con analisi istologica.
Sono stai coinvolti nello studio 16 pazienti non fumatori che necessitavano di estrazione di denti parodontalmente compromessi o estrazione di molari mascellari. Gli alveoli estrattivi sono stati sottoposti ad un protocollo di preservazione della  cresta o a nessun trattamento secondo un’assegnazione casuale. Il trattamento rigenerativo prevedeva un innesto di Geistlich Bio-Oss® Collagen e la copertura con Geistlich Bio-Gide®.
Le valutazioni dell’alterazione della  cresta alveolare, riferite alla baseline, sono state eseguite dopo 3 e 6 mesi dall’estrazione; le analisi istologiche sono state effettuate su prelievi a 3, 6 e 9 mesi dall’estrazione dentale. La necessità di eseguire il rialzo di seno mascellare è stata valutata a 6 mesi, nel momento in cui dovevano essere inseriti gli impianti.
1 solo dei 6 pazienti trattati con procedura di preservazione ha richiesto un rialzo del pavimento del seno mascellare. Degli 8 pazienti i cui alveoli post-estrattivi non erano stati sottoposti a trattamento, 3 hanno richiesto un rialzo del seno per consentire l’inserimento degli impianti. Inoltre, la preservazione ha impedito la diminuzione dell’altezza  crestale , mentre negli alveoli non trattati, con parete ossea intatta dopo l’estrazione, la dimensione verticale si è ridotta in media di 5,7 mm a 6 mesi.
Le istologie degli alveoli post-estrattivi trattati con i biomateriali hanno mostrato che, dopo 6 mesi, i granuli di Geistlich Bio-Oss® sono integrati in modo ottimale nel nuovo osso e che il sostituto è entrato a far parte del processo di rimodellamento.
La procedura di preservazione della cresta presentata in questo studio aumenta perciò la possibilità di inserire impianti nel mascellare superiore senza bisogno di intervenire ulteriormente con il rialzo del seno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here