La decontaminazione: una fase spesso sottovalutata

0
38

In quale momento siamo di fronte Qual è il momento più delicato nel processo di sterilizzazione? Sicuramente il momento della decontaminazione rappresenta la fase più delicata.

Perché?

Rimuovere gli strumenti dalla zona operativa dopo un intervento può rappresentare un rischio per l’operatore se non vengono rispettati i protocolli operativi . Il tempo, si sa, è poco e le ope- razioni vengono effettuate con movimenti rapidi per agevolare il regolare flusso dei pazienti. Non adoperare le dovute cautele nel maneggiare i ferri può essere rischioso. L’aggravante può essere rappresentata, in molti studi odontoiatrici, dal fatto che

laddove il personale è numeroso questo compito viene spesso affidato a rotazione o, addirittura, al neo assunto affinché possa rendersi utile da subito. Responsabilizzare l’operatore ( l’ASO nello specifico ) comporta un discreto impiego di tempo e dedi- zione che spesso non trovano spazio in una attività complessa e dinamica come quella dell’odontoiatra che, allo stato attuale e in assenza di un titolo specifico riconosciuto a livello nazionale, dovrebbe occuparsi della formazione del personale. Da qui l’importanza di una corretta formazione dell’ASO che deve necessariamente conoscere approfonditamente la materia per essere motivato ad espletare correttamente ogni operazione. Non è immaginabile un operatore che ripeta meccanicamente delle azioni senza essere pienamente cosciente di cosa stia maneggiando, dei rischi di infezioni crociate, dei modi e tempi d’azione necessari per abbattere i rischi di contaminazione, delle manovre giuste da compiere, dell’agente chimico più indicato, ecc. Spesso si perde di vista la componente umana che, in assenza di motivazione, può arbitrariamente modificare ed inficiare il processo ritenendo superlfuo un passaggio in un determinato momento della giornata, magari in presenza di forte stress emotivo o a causa di ritmi forsennati. Il processo di sterilizzazione rappresenta per noi ASO l’attività sulla quale concentrarsi maggiormente per garantire la tutela della salute a noi stessi, al paziente, a tutti gli operatori e all’intera comunità. Non dimentichiamolo mai.

Siate sempre formati e informati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here